Pinterest LinkedIn

© Riproduzione riservata

Io non ho ancora metabolizzato il tutto. Ma posso dire che è stato un onore competere a questi livelli e sono davvero grata per questa esperienza meravigliosa. Darò il meglio per rappresentare tutti e nove i finalisti italiani a Schiedam”. Questo il commento a caldo rilasciato da un’emozionata Giusy Martinez, vincitrice della selezione italiana della prima edizione della competizione “Classici Senza Rivali” con il cocktail Sussurro del Vesuvio, organizzata dal pluripremiato No. 3 London Dry Gin.

Sussurro sul Vesuvio by Giusy Martinez
il cocktail vincente Sussurro del Vesuvio by Giusy Martinez

Ricetta:

  • No. 3 London Dry Gin 40 ml
  • Cordial homemade di pomodori cigliegino 30 ml
  • Sciroppo homemade al pane tostato 10 ml
  • Garnish: pomodorino di cioccolato con marmellata di pomodoro esausto e burro di cacao
Giusy Martinez

Bartender presso il Misture Cocktail Bar di Napoli, Martinez ha prevalso su una rosa di nove concorrenti provenienti da tutta Italia. La finale si è svolta a Roma presso Amaro bar dell’hotel Villa Agrippina Gran Meliá e ha concluso un tour italiano con tappe a Firenze, Torino, Catania. Una sfida agguerrita che ha visto un podio tutto al femminile: con il secondo posto assegnato ad Elonora Balzano del Giano Bistrot di Roma ed il terzo a Valentina Mircea dello Skyline Rooftop Bar dell’Hilton Molino Stucky di Venezia.

Tema della sfida, una variazione su un grande classico, il Gimlet. Un cocktail le cui origini risalgono al XIX secolo la cui creazione è attribuita alla marina inglese. La leggenda narra che sia stato inventato per prevenire lo scorbuto nei marinai: una malattia causata dalla carenza di vitamina C. L’aggiunta del Gin al succo di lime non solo rendeva più piacevole il consumo di esso, ma aiutava anche a preservarlo in modo da essere più adatto ai lunghi viaggi. Per quanto riguarda il nome “Gimlet” si hanno due teorie: la prima vuole che prenda il nome da uno strumento usato per praticare piccoli fori; la seconda invece, attribuisce il nome a Sir Thomas Gimlette, un medico della marina che avrebbe appuntointrodotto la bevanda ai marinai proprio per combattere lo scorbuto.

La giuria composta da Fabio Bacchi, un nume nel mondo della mixology, Veronica Costantino, brand ambassador No.3, Federica Borghi, Marketing Manager Pallini e Federico Ricci Bar manager Amaro Bar ha premiato “Sussurro del Vesuvio”. Nel twist di Martinez, oltre al No.3 London Dry Gin, un cordiale di pomodorini ciliegino homemade, sciroppo al pane tostato e come garnish un finto pomodorino di cioccolato e marmellata al pomodoro esausto, ricoperto di burro di cacao rosso.

da sx Federico Ricci, Veronica Costantino, Fabio Bacchi, Giulia Mongelli e Federica Borghi
da sx Federico Ricci, Veronica Costantino, Fabio Bacchi, Giulia Mongelli e Federica Borghi

Alla vincitrice è stato offerto un viaggio per Schiedam, nei Paesi Bassi, dove si terrà la finale mondiale presso la distilleria di No.3 Gin l’11 settembre 2024.

A proposito della competizione, Ross Bryant, Global Brand Ambassador per No. 3 Gin, ha commentato: “Ogni anno il livello di competenza dei partecipanti alla Pursuit of Perfection è sempre più alto. Ora, con l’avvio della Unrivalled Classics, stiamo coinvolgendo ancora più mercati. Non vedo l’ora di poter ammirare ancora una volta il talento e la maestria degli esponenti più illustri del nostro settore”.

N°3 London Dry Gin, distribuito in Italia da Pallini, ha raccolto oltre 30 riconoscimenti per l’eccellenza dal 2010. È l’unico gin al mondo ad essere stato premiato come miglior gin del mondo quattro volte all’International Spirits Challenge e il primo gin ad aver mai vinto il prestigioso Supreme Champion Spirit premio all’International Spirits Challenge 2019.

+info: no3gin.it/

© Riproduzione riservata

Scheda e news:
Pallini SpA

Tu cosa ne pensi? Scrivi un commento (0)

Resta sempre aggiornato! Iscriviti alla Newsletter

Scrivi un commento

13 − 9 =

Per continuare disattiva l'AD Block

La pubblicità è fondamentale per il nostro sostentamento e ci permette di mantenere gratuiti i contenuti del nostro sito.
Se hai disattivato l'AD Block e vedi ancora questo messaggio ricarica la pagina