Tag

No.3 London Dry Gin

Browsing

L’edizione 2022 di “Pursuit of Perfection”, la cocktail competition di London No.3 Gin, si è conclusa con la finale del 14 settembre presso la distilleria No.3 Gin di Schiedam, in Olanda. La quinta edizione è stata diversa dalle precedenti perché per la prima volta il contest ha aperto le porte anche ai professionisti d’Italia e Germania. A trionfare il barista italiano Gioacchino Sorrentino con il cocktail My Type of Gimlet.

No.3 Gin ha annunciato la Pursuit of Perfection Competition 2022, la più grande cocktail competition organizzata fino ad ora, che prenderà il via il 1° marzo 2022. Per la prima volta in assoluto, la competizione vedrà in lizza per un posto nella finale che si terrà presso la distilleria del marchio a Schiedam, in Olanda, i professionisti del settore dei bar e dei drink del Regno Unito e novità di quest’anno, dell’Italia e della Germania.

Continua a tirare l’onda forte del Gin, spinto da una crescita di consumi a livello globale che non si è fermata nemmeno in tempo di pandemia. Anche perché uno dei cocktail più iconici rimane un classicissimo Gin Tonic, un lusso della semplicità da concedersi anche a casa. Tra i marchi che si stanno distinguendo a livello internazionale, merita una menzione particolare la crescita eccezionale di No.3 Gin che ha fatto registrare un +27% nel 2020. La chiave del successo è un mix di fattori, dal recente aggiornamento delle bottiglie, al lancio di una nuova piattaforma del brand. Un successo al quale ha contribuito in maniera determinante anche l’Italia, grazie all’ottimo posizionamento di No.3 Gin nel nostro mercato grazie al distributore in esclusiva Pallini,  un lavoro con numeri e qualità.

Un personaggio con la P maiuscola, un nome che ha fatto la storia del bartending Alessandro Palazzi. È stato senza ombra di dubbio lui, il Barmanager del Bar Dukes di Londra l’ospite più atteso del Milano White Spirits Festival. Una masterclass molto partecipata, dove tra aneddoti e segreti uno dei volti più noti del bartending taliano che ha preso la via dell’estero nel ’75, ha raccontato ai giovani i segreti del bancone. Una ricerca…

Il gin vive un periodo d’oro, una sorta di viaggio di nozze continuo. Quel momento in cui se ci siete passati (almeno una volta) tutto sembra essere perfetto e non vorreste finisse mai. Un matrimonio felice quello con i consumatori del distillato che va per la maggiore, che non sente nessuna crisi e non sembra dare segni di cedimento neanche al passare degli anni. Come nel caso del celebre film viaggio di nozze di Carlo Verdone abbiamo provato a fare una carrellata di gin alla “Viaggio di nozze”. Della serie “lo famo strano”, alla Jessica e Ivano, oppure della serie “super classico”, diventando un po’ pignoli, come nel caso dei personaggi alla Verdone tipo Raniero, sulle tipologie e sui metodi di distillazione. Ci siamo divertiti a vedere alcune esperienze strane di successo per il gin, abbinate a distillazioni stravaganti provenienti da luoghi particolari, invece ad altre ricette super tradizionali o che lo sono diventati dei classici, nel nostro viaggio di nozze del gin. Auguri! E gin maschi.