Pinterest LinkedIn

Finalmente si può tornare a condividere il cibo, e non solo quello: le sagre e gli eventi a tema gastronomico sono sempre stati un grandissimo collante per lìItalia e gli italiani. Non a caso si tratta di uno dei Paesi che più di tutti annovera un numero di eventi a tema impressionante.

Basti pensare alla varietà dell’offerta enogastronomica italiana per rendersene conto: non solo ogni regione ha la sua specialità, ma ogni zona di ogni regione ha un piatto forte, o un prodotto rinomato, da portare alla conoscenza del vasto pubblico oppure già grandemente conosciuto. Insomma, un patrimonio ricchissimo di piatti e di specialità, che può tornare a essere al centro dell’attenzione grazie al ritorno di questi eventi.

Le lunghe tavolate da condividere con degli sconosciuti, le piccole code e i capannelli davanti alle casse, i numerini da ritirare, i piatti di carta, il vino alla spina, il baccano gioioso, i gruppi della zona che si esibiscono su piccoli palchi abborracciati nel nulla: la bellezza delle sagre paesane passa da piccoli dettagli, che tutti più o meno conosciamo, e li conosciamo perché, essendo italiani, ci scorrono nel sangue.

Se siete alle prese con l’organizzazione di un evento di questo tipo, restate su queste righe, perché abbiamo dei consigli per voi: parleremo infatti di come pubblicizzare al meglio la vostra sagra, sia online che offline, grazie anche alle stampanti di Tonerpartner!

PUBBLICIZZARE IL VOSTRO EVENTO: UNA SAGRA CHE MERITA UN VASTO PUBBLICO

Si potrebbe pensare che una sagra di paese ora sia tranquillamente reperibile anche solo online: bene, questo sarebbe un pensiero sbagliato. Vero è che una pagina Facebook dell’evento di sicuro aiuta chi, già della zona, sappia dove cercare; ma non dobbiamo certo pensare solo agli avventori di sempre, quelli del luogo: pensiamo in grande e cerchiamo di capire come raggiungere un pubblico più vasto.

La risposta sta in un metodo che potrebbe sembrare all’antica, ma ha ancora molte frecce al suo arco: i vecchi flyers, o “volantini”, per chi non vuole rinunciare alla lingua italiana!

Sì, perché posizionati in luoghi strategici, questi volantini potrebbero raggiungere un numero di persone assai vasto: pensate ai turisti, magari a quelli che non parlano la nostra lingua e potrebbero non arrivare alle giuste chiavi di ricerca su google per raggiungere l’evento Facebook della nostra sagra. Ecco che, se al supermercato dove si riforniscono trovano un volantino, magari scritto anche in inglese, saremo a cavallo. Siamo portati a pensare che ora tutto si faccia online, ma la pubblicità offline è davvero necessaria, ora come sempre lo è stata, anche per il pubblico di una certa età: difficilmente gli anziani possono raggiungere alcune pagine in Rete, dobbiamo metterlo in conto e agire di conseguenza.

Quindi, turisti e persone non più “verdi”: questo è il pubblico che potrebbe raggiungere le lunghe tavolate della nostra sagra, per assaporare tutto il gusto e la bellezza delle specialità del nostro territorio, come fiere rinomate!

Speriamo di avervi dato un buon consiglio: siamo certi che il vostro evento meriti tutta l’attenzione che un vasto pubblico potrebbe dargli!

Tu cosa ne pensi? Scrivi un commento (0)

Aperitivo: No. 3 London Dry Gin  - Food is The Key - distribuito in Italia da Pallini

Resta sempre aggiornato! Iscriviti alla Newsletter

Scrivi un commento

Per continuare disattiva l'AD Block

La pubblicità è fondamentale per il nostro sostentamento e ci permette di mantenere gratuiti i contenuti del nostro sito.
Se hai disattivato l'AD Block e vedi ancora questo messaggio ricarica la pagina