Pinterest LinkedIn

© Riproduzione riservata

Santa Cocktail Club, di nome e di fatto. L’ormai celebre cocktail bar fiorentino in piazza Santa Maria Novella, protagonista anche nel giardino di Villa Cora, sul rooftop dell’Hotel L’Orologio di Roma e molto presto anche a Venezia, durante il mese di novembre diventerà infatti un vero e proprio club della miscelazione. Fiorentina, toscana e, più in generale, italiana.

Inizia oggi, giovedì 3 novembre, il programma di guest organizzato dal Project Manager Albert Dallago e dal Bar Manager Simone Covan, che ospiteranno Fausto Bigongiali e Giacomo Colantuono dal Jeffer di Pisa per la serata inaugurale di questo ricco calendario di appuntamenti a suon di shaker e strainer.

“Il nostro calendario di otto appuntamenti nasce con l’intento di coinvolgere dai meno esperti ai più esigenti intenditori di mixology”, ci ha raccontato lo stesso Simone Covan. “Durante ogni serata i master mixologist di alcune fra le realtà bar più importanti d’Italia, da Nord a Sud fino al resto della Toscana, proporranno infatti cocktail list inedite con drink creati ad hoc per l’occasione”.

I nomi dei prossimi ospiti, nel dettaglio, saranno quelli del fiorentino Julian Biondi (domenica 6 novembre), di Alex Frezza da L’Antiquario di Napoli (mercoledì 9), di Riccardo Fuggetta dal Wisdomless di Roma (mercoledì 16), di Lorenzo Di Cola dall’Experimental Cocktail Club di Venezia (domenica 20), di Vincenzo Pagliara dal Laboratorio Folkrostico di Napoli (martedì 22), di Raffaele Manetti e Steve Cabrera da Officina Milano (mercoledì 23) e, infine, di Davide Patta “Davo” da Ruggine di Bologna (mercoledì 30). Volti giovani o più esperti, che declineranno proprio dietro al bancone di Santa Cocktail Club il loro saper far da bere attraverso stili completamente differenti.

“Con quest’esperienza il Santa Cocktail Club vuole trasmettere la passione e la magia di ogni cocktail d’autore ai fiorentini e non solo. Che dire di più, se non che vi aspettiamo numerosi già a partire da stasera. Fausto e Giacomo ci faranno sicuramente divertire coi loro drink latineggianti a base di tequila e mezcal!”, ha aggiunto Simone Covan.

Per saperne di più: santacocktailclub.com/

© Riproduzione riservata

Tu cosa ne pensi? Scrivi un commento (0)

Banchedati excel csv contatti email aziende beverage e food

Scrivi un commento

due × tre =