Pinterest LinkedIn

© Riproduzione riservata

Filette Prime Water, una tra le acque oligominerali più pure al mondo con sorgente a Guarcino (FR), ha festeggiato ieri al Boga Space a Milano il suo 125esimo compleanno. Un’occasione speciale per la famiglia Ricci che, oltre alla ricorrenza, ha ufficialmente presentato il proprio progetto di restyling del brand.

«Colgo l’occasione per ringraziare mio padre: è lui che mi ha insegnato valori fondamentali come la qualità, la sostenibilità e soprattutto la sobrietà che è ciò che maggiormente ci contraddistingue. Moderazione non solo di prodotto, ma anche come atteggiamento» Stefano Ricci, General Manager in Filette e parte della proprietà aziendale, si esprime con parole che meritano un primo piano.

«Il nostro restyling ha fatto leva su questa filosofia: la nostra bottiglia è più equilibrata, armoniosa e con un ridotto impatto ambientale» continua il giovane imprenditore.

 

Migliorare e rinnovare un prodotto che era già in partenza di qualità è stata una sfida ambiziosa. Filette è un’ acqua che reca infatti alle proprie spalle una storia antichissima: le prime notizie sull’esistenza della sorgente risalgono al 400 a.C e pare che i romani la dedicarono a Venere per assonanza tra la dea e l’elemento vitale. Imbottigliata e distribuita dal 1894, oggi l’azienda mira a consolidare il proprio prestigio e la sua immagine di esclusività con un posizionamento premium.

Disponibile nel canale Ho.Re.Ca, il brand si è molto legato all’alta ristorazione con la volontà di assumere importanza pari a quella dei grandi vini: Water like Wine è la mission che l’azienda sta intraprendendo. «L’acqua non è una bevanda che può viaggiare da sola, ma deve accompagnare le grandi etichette di vini e champagne» afferma Pietro Ricci. Fillette Prime Water è la prima acqua in bottiglia bordolese: «È stata il nostro cavallo di Troia, ciò che ci ha portato maggiormente al successo e ad essere riconosciuti» aggiunge il CEO.

 

 

Il rinnovamento del brand ha portato ad un’immagine ancora più riconoscibile e cool: l’etichetta in carta perlescente è impreziosita dall’iconica “F” ora con linee più allungate e semplici che ne accentuano la leggibilità, la capsula da vino vuole valorizzare il contenuto organolettico. Infine, il naming si è alleggerito della parola “acqua” per fare in modo che il marchio sia subito evocativo. Il prodotto si declina in una gamma di vetro 0,75 ml e 375 ml in tre differenti varianti:”Naturalmente naturale”, “Delicatamente frizzante” e “Decisamente frizzante”.

Tra gli altri obbiettivi che l’azienda vuole perseguire, nelle figure di Stefano Ricci e l’Export Manager Jules Arthur Sastre, c’è anche un maggior sviluppo internazionale. Con un residuo fisso di 224 mg/l e un livello di sodio di 2.9 mg/l, Filette Prime Water è da sempre apprezzata al di fuori dell’Italia per la sua purezza e per essere un prodotto di qualità superiore. Oggi i mercati esteri rappresentano il 40% del fatturato complessivo. I paesi di maggior redditività sono la Russia, Australia, USA, Messico. In Europa la Francia è il primo mercato per fatturato.

 

+INFO: www.acquafilette.it

 

© Riproduzione riservata

Tu cosa ne pensi? Scrivi un commento (0)

Resta sempre aggiornato! Iscriviti alla Newsletter


Annuario Bevitalia Acque Minerali Acquista

Scrivi un commento

19 + cinque =