0
Pinterest LinkedIn

© Riproduzione riservata

Due giorni di fuoco, per studiare, approfondire o semplicemente approcciarsi sotto una luce diversa a una tradizione tutta italiana. Aperitivi&Co. Experience registra la sesta edizione, nel decimo compleanno della struttura portante di bartender.it di Luca Pirola. Tutto il mondo del momento preferito da milanesi e non, riunito nel padiglione dello spazio Watt; non sono mancate presentazioni nuove e scoperte rivoluzionarie.

 

 

Campari presentissima, con due realtà che spalla a spalla descrivono l’aperitivo come tradizione e al tempo stesso sguardo al futuro. Il Negrondina, un classico rivisto con un gin mediterraneo come Ondina, a firma di Samuele Ambrosi: punte speziate che denotano carattere e personalità a tinte agrumate e si sposano alla perfezione con Cinzano 1757 Vermouth di Torino presentato da Daniele Montorfano insieme a Cinzano Vermouth Rosso. L’erborista della vecchia scuola che si fonde con il mixologist moderno.

 


 

Compagnia dei Caraibi protagonista, con Memfi Baracco e Edoardo Nono che propongono ‘Mr. Three & Bros.‘: un nuovissimo ginger falernum nato direttamente dalla ricetta del Barman del Rita di Milano. Mente dell’altra parte dello stand c’è Domenico Dragone di Vecchio Magazzino Doganale con Jefferson ‘Amaro Importante’ recentemente premiato come miglior liquore al mondo ed il nuovo liquore d’erbe Madame Milù ‘da bere al Bisogno’ sempre da botaniche rigorosamente calabresi.

 


 

Dalle parti di OnestiGroup, Leonardo Leuci di Del Professore Vermouth & Spirits propone come novità il Vermouth Superiore che ha per base un vino importante come il Barolo di Ettore Germano 2013.

 

Marzadro, che per una (una?) volta si distacca dalla tradizionale grappa e porta al pubblico Vermut Altolago. Da tre anni Marzadro ha avviato un’attività sul Lago di Garda con la cantina Madonna delle Vittorie, entrando ufficialmente nel mondo del vino. Base Lagrein e rosato, artemisia e botaniche dell’amaro della casa, per un vermouth trentino atipico che non richiede caramello e densità.

 

 

Amaro Montenegro parla la lingua della miscelazione, dopo 150 e oltre di storia classica italiana, come descrive il Senior Brand Manager Daniele De AngelisThe Vero Bartender è l’iniziativa Montenegro, che coinvolge masterclass, incontri e competition. Il campione in carica è Michael Limoni, alfiere dell’amaro per la sua versatilità, baso contenuto alcolico e italianità.

 

 

Non manca anche Luxardo, azienda fondata nel 1821 da Girolamo Luxardo, che propone l’intramontabile Maraschino, prodotto con la stessa ricetta da ben 198 anni e presentato in fiera da Filippo Luxardo della sesta generazione della famiglia.

 

 

Allo stand di Roner troviamo Max Morandi che presenta i vermouth altoatesini: KS Vermouth Rosso, prodotto da uva Schiava e GW  Vermouth Bianco, con base vino Gewurztraminer.

 

 

Prossimo evento di Bartender.it:
Grappa Experience / Spirits Eperience / Agave Experience
il 12 e 13 Maggio 2019 a Milano

 

+info: www.bartender.it

© Riproduzione riservata