Tag

Onestigroup

Browsing

Dieci anni e non sentirli, il theGINday ha festeggiato il decimo anniversario con due giorni di eventi andati in scena agli Studio Più di via Tortona a Milano domenica 11 e lunedì 12 settembre. Un momento di incontro e di confronto per tratteggiare un quadro sul distillato che ha dettato legge per dieci anni, un effetto boom che a giudicare dalle presenze e dall’interesse suscitato non sembra avere momenti di flessione almeno per ora nel nostro paese. Tra grandi classici e piccole scoperte, il mondo del Gin in Italia è più in forma che mai, un evento diffuso nella città con la GinWeek e anche il connubio con il mondo della pizza nel format Pizza&GinTO. 2.400 visitatori, oltre 100 brand e 260 etichette di Gin, questi i numeri della kermesse dove hanno sfilato le novità lisce al bancone o in miscelazione insieme a delle toniche di livello in uno dei bar tematici il Martini Cocktail Lounge, il Negroni Bar e il Gin Tonic Bar.

Che si parli di vini, soft drink o spirits, OnestiGroup S.p. A. è ormai da anni una delle certezze del beverage nostrano. Grazie al suo portfolio da oltre 90 marchi in esclusiva nazionale in continuo sviluppo e ad oltre 70 agenzie di vendita in tutta Italia, l’azienda con sede a Fiorenzuola D’Arda è simbolo di innovazione e affidabilità, una garanzia di qualità e ricercatezza anche durante l’estate 2022.

Il 9 aprile si festeggia in tutto il mondo l’International Gin Tonic Day, una giornata celebrativa dedicata al cocktail al tempo stesso più semplice ma anche più difficile da realizzare. Il segreto della sua semplicità sta negli ingredienti, visto che serve un buon Gin, una tonica giusta in abbinamento, il ghiaccio e il bicchiere adatto. Dove sta la difficoltà? La parte difficile a nostro avviso è nella scelta del prodotto per cercare di sorprendere con gusti e fragranze il proprio ospite, che siate in un locale oppure a casa.

Nelle scorse settimane, Drinks International ha pubblicato le annuali classifiche di settore: si tratta forse dei resoconti più attesi dell’anno per le aziende e per le analisi di consumo, capaci di muovere il mercato e fotografare l’andamento delle abitudini. Se l’italianissimo Negroni è stato nominato come il cocktail più richiesto al mondo, è dalla Grecia che arriva uno dei prodotti più sorprendenti degli ultimi tempi.

Si respira l’aria natalizia, ma è soprattutto uno dei periodi più caldi dell’anno per le partecipazioni alle fiere. Nell’ambito dell’Artigiano in Fiera, il Padiglione 4 di Rho Fiera si colorerà di toni dorati: è la sedicesima edizione del Whisky Festival, che quest’anno coinvolgerà anche rum e i cosiddetti brown spirits. Onestigroup sarà presente con i suoi brand più rappresentativi.

13 settembre 2021, nona edizione theGINday 2021. Segnatevi bene questa data, perché a nostro modesto avviso rimarrà nella storia moderna degli eventi del beverage dedicati ai distillati. Un punto di non ritorno del Gin, non a caso gli organizzatori di Bartender.it sono (ri)partiti da lì, dal distillato dei record, per organizzare un’edizione del theGINDay 2021 bella e sfidante. Non era facile, prima di tutto l’importante era esserci. Un plauso alle tante aziende che hanno risposto presente, ma anche al pubblico che non vedeva l’ora di ritornare in presenza. Sotto le mascherine si respirava l’energia e la voglia di sempre, di provare e assaggiare nuovi prodotti, ma soprattutto di stare insieme. Sold out i biglietti prima dell’evento venduti online, all’ingresso fila ordinata e grande rigore nel controllo di ticket e green pass.

L’isola felice del Gin. Passano le mode e i trend, ma nel mondo dei distillati e della mixology il fenomeno del Gin non molla un centimetro. Non ce l’ha fatta neanche il Coronavirus a piegare la crescita del distillato che continua a mietere un record dopo l’altro. Ce lo dicono le classifiche e le previsioni sui consumi dei distillati globali, ma ce lo dice anche la voglia di scoperta e sperimentazione che sta dietro un numero sconfinato di distillerie grandi e piccole, che fanno uscire etichette come funghi per sé o conto terzi come Gin firm.

Scatta sabato 6 febbraio il 6 nazioni di Rugby, il torneo che vede sfidarsi sul campo verde le sei nazioni europee dove la palla ovale la fa da padrone. Oltre al rugby c’è un altro elemento che lega queste sei nazioni, la passione per il Whisky, in un terzo tempo all’insegna del buon bere e della distillazione. Dalla tradizione storica produttiva importante come Scozia e Irlanda, a paesi di matrice anglosassone grandi bevitori e commercianti che si stanno scoprendo a loro volta produttori come Inghilterra e Galles, mentre sbarcando nel continente europeo lo scenario di Francia e Italia è ben diverso.