Pinterest LinkedIn

© Riproduzione riservata

Dove il mare luccica, e tira forte il vento. Il golfo di Sorrento è un sorriso che si apre lambendo la costa dorata del sud di Napoli, e su questa tavolozza di tramonti e onde si affaccia la terrazza da sogno dell’Hotel Bellevue Syrene.

Arroccato su di una scogliera, come i castelli più fieri e romantici, il Bellevue è un cinque stelle simbolo eccellente della Campania Felix, la lingua di spiaggia che già i Romani adoravano come proprio ritiro: non a caso, le fondamenta sono le stesse della villa in cui dimorò Agrippa Postumo, figlio di adottivo dell’imperatore Augusto. Colonne di marmo e pietra sono le cornici di una vista senza respiro, che vive le dimensioni più diverse a seconda del momento e dello stato d’animo: che comunque sarà sempre sognante, perché qui non c’è alternativa.

Gaspare Gargiulo – Hotel Bellevue Syrene Sorrento

Tre luoghi che insieme si mescolano per colori, suoni e attimi impossibili da dimenticare, una coccola nel cuore della Penisola tra le più richieste d’Italia, sapientemente giostrata da Gaspare Gargiulo. La sala Mimmo Jodice è un inno alla bellezza e ai ricordi, non a caso dedicata al fotografo napoletano apprezzato nel mondo; La Pergola è il nome del ristorante guidato dallo chef Ivan Ruocco, un dipinto colonnato e intimo che al tramonto regala emozioni, prima ancora che gusto e ospitalità. In basso si apre una strepitosa piscina con vista nel blu profondo del Mediterraneo, che da sola vale l’esperienza.

Bellevue Syrene è una nicchia di cura e attenzione, che l’ospite può vivere come fosse casa propria, sempre, è dove può godere di un’offerta enogastronomica ai livelli più alti. La Club Lounge è disponibile per uno spuntino a qualsiasi ora, la cantina (ricavata dalle ex cisterna della villa di Agrippa) presenta oltre quattrocento etichette dalle zone vinicole più pregiate del mondo, con un sicuro occhio di riguardo all’Italia, da cui proviene il partner d’eccellenza per le esperienze degustative dell’hotel.

Cantina – Hotel Bellevue Syrene Sorrento

Contadi Castaldi si è affermato infatti nel tempo come la proposta perfetta per le soluzioni più dinamiche, che soddisfino l’ospite in ogni momento. “Che sia per la banchettistica o per l’aperitivo”- spiega Gargiulo -“il Contadi Castaldi Brut è tra le richieste principali, anche per un dopocena leggero, con un dolce”. Questo sulla scia di un ritrovato movimento per la specialità: “Fino a qualche anno fa la bollicina non aveva l’appeal che adesso sta tornando a mostrare. La pandemia ha paradossalmente aiutato la richiesta, lo scorso anno abbiamo avuto turismo prettamente italiano, e i gusti nostrani in questo momento virano in questa direzione. Il Franciacorta è spesso il passo appena precedente allo Champagne”.

Il quadro storico è senza dubbio impattante, ma è bene guardare con fiducia al domani, per quanto possibile: “In estate abbiamo lavorato poco, tale è stato il tempo a disposizione, ma numeri e clientela hanno detto bene. Va da sè che contare sul comparto straniero è fondamentale”, anche alla luce delle conferme che arrivano dai palati esteri proprio sul Contadi Castaldi Brut. “È il più richiesto perché fresco, persistente, perfetto con gli antipasti e gli aperitivi di mare del nostro menu”. E a immaginarlo degustato in terrazza, con il Golfo che si perde lì davanti, non si fa affatto fatica.

INFO www.bellevue.it; www.contadicastaldi.it

© Riproduzione riservata

Tu cosa ne pensi? Scrivi un commento (0)


Rubrica Spazio Bollicine by Contadi Castaldi

Aperitivo: No. 3 London Dry Gin  - Food is The Key - distribuito in Italia da Pallini

Resta sempre aggiornato! Iscriviti alla Newsletter


Scrivi un commento

Per continuare disattiva l'AD Block

La pubblicità è fondamentale per il nostro sostentamento e ci permette di mantenere gratuiti i contenuti del nostro sito.
Se hai disattivato l'AD Block e vedi ancora questo messaggio ricarica la pagina