Tag

dati

Browsing

Anche per il terzo trimestre del 2022 AB InBev, il più grande produttore mondiale di birra, ha registrato risultati finanziari positivi. A livello globale, infatti, ha conseguito una crescita dei volumi del 3,7%, che si è accompagnata ad un aumento dei ricavi del 12,1%. Anche l’EBITDA normalizzato ha segnato un incremento del 6,5%. Risultati che hanno concorso a chiudere i primi nove mesi dell’anno con il segno “+”: in particolare, i volumi sono aumentati del 3,3%, i ricavi dell’11,5% e l’EBITDA normalizzato del 7,0%. A livello europeo, continua a ripagare la strategia di premiumizzazione, con i brand Super Premium che hanno registrato una crescita a doppia cifra dei ricavi. Non solo, i marchi Premium e Super Premium hanno contribuito insieme a più della metà dei ricavi totali di AB InBev, con un aumento di +3pp rispetto ai livelli pre-pandemici. Questo grazie anche al ritorno dei consumatori nell’Horeca e ai festival come l’Oktoberfest, che mancava dal 2019. Grande attesa, in prospettiva, è riservata ai mondiali di calcio tra novembre e dicembre.

Alla sua bontà, alla tradizione e alla cultura che custodisce, al sapore unico che sa dare ad ogni momento della nostra giornata. Ma anche a chi lo produce, a chi ne è appassionato, a chi lo prepara per gli altri sempre con un sorriso. Ogni anno, in ogni paese, il 1° ottobre si celebra la Giornata Internazionale del Caffè, dedicata a lui e a tutto il suo mondo.

HostMilano è una manifestazione senza confini, che guarda all’ospitalità e alla ristorazione professionale a 360 gradi in tutti i suoi aspetti. Attesa ogni due anni, finalmente è alle porte: andrà in scena a fieramilano Rho dal 18 al 22 ottobre 2019. E ci si attende una edizione davvero speciale.

Nel 2018 le vendite di caffè torrefatto nel canale Horeca hanno fatto registrare una crescita a volume dell’1,9%, e dello 0,7% a valore, per un controvalore di  861,0 milioni di euro. La crescita è stata trainata da una maggiore propensione ai consumi fuori casa, soprattutto la colazione, ed al moltiplicarsi delle occasioni di consumo. Non a caso il segmento del caffè monoporzionato fa registrare performance eccellenti (+35,7%), perché proprio questa è la tipologia di prodotto con cui viene servita la ristorazione veloce, uno dei comparti più dinamici del foodservice. Le aziende analizzate detengono una quota aggregata del 78,1% a valore, del 68,9% a volume, e sviluppano un fatturato di 3.574 mln di euro nel 2018.

Ha chiuso ieri in serata la settima edizione di TuttoFood, sempre più hub internazionale e player globale per un settore strategico per l’economia italiana come l’agroalimentare. Un ruolo sistemico sottolineato dalle presenze istituzionali del Presidente del Consiglio Giuseppe Conte e del Ministro delle Politiche Agricole Alimentari, Forestali e del Turismo Gian Marco Centinaio.

Ogni giorno chiudono 34 ristoranti. Il 2018 si delinea come un anno dalle due facce: da una parte quello del record di consumi degli italiani fuori casa con 85 miliardi di euro spesi e, dall’altra, quello del saldo negativo più corposo degli ultimi dieci anni tra il numero di società avviate e quelle cessate. Una differenza in negativo di -12.444, quasi il doppio rispetto al -6.796 del 2008. Sono i dati elaborati dall’agenzia RistoratoreTop su dati Coldiretti e Movimprese, l’indice della nati-mortalità delle imprese di Unioncamere, che anticipano il “Rapporto RistoratoreTop 2019” presentato il 12 marzo durante il primo forum della Ristorazione al Palacongressi di Rimini.

CRIBIS – società del Gruppo CRIF specializzata nella business information – traccia una fotografia delle imprese italiane del settore vitivinicolo. I dati sono estratti dall’osservatorio CRIBIS Industry Monitor, realizzato in partnership con CRIF Ratings, agenzia di rating del credito del Gruppo CRIF, e Nomisma, società indipendente specializzata in attività di ricerca e consulenza economica per imprese, associazioni e pubbliche amministrazioni a livello nazionale e internazionale.

Italiani, popolo di santi, navigatori e…cuochi. Un legame, quello tra Belpaese e cibo, non solo limitato agli aspetti puramente gastronomici ma che arriva a toccare la storia, le tradizioni, i linguaggi, il cinema, insomma, la cultura dell’Italia intera. E proprio “Il cibo è cultura” è il filo conduttore dell’Assemblea Nazionale Fipe 2018, che quest’anno il Presidente Lino Enrico Stoppani ha voluto diventasse un grande evento celebrativo della convivialità, alla presenza di un ricco parterre di ospiti a partire da Gian Marco Centinaio, Ministro delle Politiche Agricole e del Turismo.