Tag

Esportazioni Vini Italia

Browsing

Il 2019 è stato un anno straordinario per il Gruppo Caviro che, a fronte di 22 milioni di euro di investimenti realizzati, ha incrementato la capacità produttiva dei propri stabilimenti, ampliato la gamma di prodotti, allargato la propria quota di mercato in Italia e all’estero e raccolto diversi riconoscimenti che hanno contribuito a implementare la reputazione dei brand e del Gruppo.

Due cognati che trasformano quindici ettari di terra nel vigneto più ampio d’Europa. Basterebbe questo per definire i contorni dell’anima di una delle dimensioni più iconiche e riconosciute dell’economia italiana, punta di diamante del panorama vinicolo del paese. Sono passati centoventi anni da quando Sella&Mosca aprì i battenti, e con quelli la via per più di un secolo di successi. Oggi la cantina è gestita dal colosso Terra Moretti, che ne ha sposato la filosofia e i valori.

Si è praticamente conclusa la vendemmia 2018 in Italia con una produzione di circa 50 milioni di ettolitri, in aumento del 16% rispetto alla scorsa annata che per la grave siccità è stata tra le più scarse dal dopoguerra. E’ quanto emerge dal primo bilancio della Coldiretti con la raccolta delle uve che è stata accelerata per evitare l’arrivo del maltempo ed ha ormai superato il 90% del totale lungo la Penisola.

Fra i paesi europei produttori di bollicine, in Italia cresce ancora nel 2017 il consumo interno rispetto al 2016. Germania, Francia e Spagna in calo. La produzione cresce ancora grazie al “Sistema Prosecco” e sfiora globalmente, nel 2017, il tetto di 660 mio/bott, un record che pone l’Italia al primo posto nel mondo come paese produttore scalzando dal piedistallo la Germania, da sempre prima con il suo Sekt.

Potendo indicare solamente i 3 mercati esteri più importanti per la propria azienda, il 48% delle cantine italiane  include la Germania sul podio, seconda solamente agli USA. E’ quanto emerge dal VI° Osservatorio wine2wine, che nei mesi di febbraio e marzo ha intervistato oltre 180 aziende vitivinicole italiane.

Aprirà il 2 aprile a Shanghai la Taste Italy! Wine Academy (意会!葡萄酒学院), la prima wine school italiana interamente dedicata agli enoappassionati cinesi, targata Business Strategies. Lo hanno annunciato oggi al Chinese Wine Summit di Shanghai la Ceo della società fiorentina, unica compagine italiana invitata all’evento, Silvana Ballotta, e Jancis Robinson, winecritic, scrittrice e giornalista del Financial Times.

Nelle nove province del Veneto e del Friuli Venezia Giulia la vendemmia è un rito che, per il vitigno Glera (quello del Prosecco), coinvolge più di diecimila viticoltori in oltre 27 mila ettari di filari. Sulle pianure del Prosecco Doc la vendemmia è alle battute finali. Sulle colline di Conegliano, Valdobbiadene e Asolo-Montello (le zone pregiate delle due Docg, Denominazione di origine controllata è garantita) servirà ancora qualche giorno. L’uva è perfetta, sana. È tanta, almeno il 10% in più dell’anno scorso. E anche il grado alcolico è superiore