0
Pinterest LinkedIn

© Riproduzione riservata

L’emergenza Coronavirus blocca a due settimane dall’inizio “ProWein”, la kermesse più importante al mondo dei vini e distillati in programma dal 15 al 17 marzo 2020. Una doccia fredda anche per tante aziende italiane che erano pronte a partire per Düsseldorf .

La notizia del rinvio è stata ufficializzata nel pomeriggio di sabato 29 febbraio, dopo le indiscrezioni della rivista tedesca “Falstaff” che era stata la prima a darne notizia. Non si sanno ancora le date esatte del recupero, sul sito ufficiale di ProWein campeggia la scritta “Trade fair is postponed”, mentre una nota ufficiale della fiera di Düsseldorf spiega : “In stretto coordinamento con tutti i partner coinvolti, la società discuterà prontamente le date alternative della fiera per garantire che la pianificazione possa procedere in modo affidabile. Il rinvio incide anche sull’iniziativa -ProWein va in città- parallelamente a ProWein.”.

I rumors di uno stop a ProWein da parte della fiera di Dusseldorf erano circolati giù nella serata di ieri, come riportato in Italia dalla testata online WineNews, dopo la decisione di rimandare l’“International Trade Fair for Metalworking Technologies”, una sorta di anteprima di ProWein dall’11 al 13 marzo.

La situazione è precipitata dopo che nelle scorse settimane erano state date rassicurazioni sul regolare svolgimento della fiera, nella giornata del 28 febbraio il Ministero federale della salute del Land del Renania Settentrionale-Vestfalia, di cui Düsseldorf è capitale, aveva emanato una disposizione di annullare tutti i grandi eventi imminenti in una delle zone della Germania più colpite dal Coronavirus, stoppando quindi anche ProWein.

“Stiamo seguendo la raccomandazione del team di gestione delle crisi del Governo tedesco di tenere conto dei principi del Robert Koch Institute nella valutazione del rischio di eventi importanti- spiegano gli organizzatori di ProWein- Sulla base di questa raccomandazione e del recente significativo aumento del numero di persone infette, anche in Europa, Messe Düsseldorf ha riesaminato la situazione”.

Ora bisognerà capire l’impatto per le aziende clienti e per i visitatori, nonostante le rassicurazioni di Werner M. Dornscheidt, CEO di Messe Düsseldorf.

“I nostri clienti, partner e dipendenti si fidano di noi. Non solo quando si tratta della gestione professionale e di successo dei principali eventi internazionali a Düsseldorf. Possono anche avere questa fiducia in noi quando facciamo decisioni su situazioni critiche nell’interesse della loro sicurezza”.

© Riproduzione riservata

No.3 London Dry Gin - nuova bottiglia disponibile da Marzo 2020 - esclusiva di Pallini

Resta sempre aggiornato! Iscriviti alla Newsletter


Scrivi un commento

5 + quattro =