Tag

Mineracqua

Browsing

Il mercato italiano è in forte ripresa ed ha ormai recuperato le perdite subite nel primo anno della pandemia. Ma l’inflazione sui principali elementi dei costi di produzione e distribuzione sta mettendo mette a repentaglio la redditività delle aziende produttrici. Dopo la frenata del 2020, a causa della caduta dei consumi nei canali del “Fuori Casa”, il mercato si è ripreso nel corso del 2021 con crescita nella GDO e parziale recupero nell’Ho.Re.Ca.

Il mercato delle acque minerali ha recuperato a pieno nel corso del 2021 i volumi pre-pandemici chiudendo l’anno con 13.700 mni di litri di consumi interni. La crescita continua (+ 5% nei primi mesi nel 2022) favorita anche da temperature superiori alla media. Ma il settore sta affrontando delle aree di rischio che andiamo ad approfondire con l’avv. Ettore Fortuna, vicepresidente di Mineracqua, l’associazione nazionale dei produttori di acque minerali naturali e acque di sorgente in Italia.

A cura di Ettore Fortuna, vicepresidente di Mineracqua

Possiamo dire che nell’anno 2020 il comparto delle acque minerali ha nel complesso retto bene nel canale retail, ma abbiamo pagato un caro prezzo nell’HoReCa: il lockdown, con il conseguente crollo dei consumi fuori casa, la chiusura di ristoranti e dei bar, hanno fortemente penalizzato questo canale.

Non tutti sanno che una delle caratteristiche che rendono così diversi i territori italiani è la grande varietà dei suoli: vulcanici, alluvionali, letti rocciosi. È da questa varietà che nasce uno dei Uno dei tanti primati del food and beverage tricolore è quello delle acque minerali imbottigliate, di cui il nostro Paese detiene il record mondiale con 265 marche, secondo dati Mineracqua, in base alle rilevazioni annue Bevitalia di Beverfood.com

“La Camera, con il voto di fiducia, ha approvato l’aumento della percentuale di succo dal 12 al 20% nelle bevande a base di frutta (tra cui rientrano le c.d. Aranciate) estendendolo anche ad alcune bevande senza succo (quali acque toniche e aperitivi analcolici aromatizzati al limone). Le imprese che operano in Italia, rappresentate da ASSOBIBE e MINERACQUA, sono allibite ed indignate che un provvedimento, inutile sotto il profilo sanitario e dannoso per le conseguenze sull’economia e sull’occupazione, sia stato assunto senza tener conto delle esigenze più volte rappresentate. Di fatto una ennesima tassa occulta con, inoltre, serie limitazioni alla produzione, alla competitività, alla crescita, e che favorisce fenomeni di importazione da altri Paesi non assoggettati a tali vincoli.

L’assemblea di Mineracqua, Federazione Italiana delle Industrie delle Acque Minerali Naturali, delle Acque di Sorgente e delle Bevande Analcooliche, riunitasi a Roma il 30 maggio, ha riconfermato all’unanimità Ettore Fortuna alla Presidenza della federazione per il prossimo triennio 2011-2014. Ettore Fortuna, avvocato, coniugato, con due figlie, è anche V. Presidente dell’EFBW (European Federation of Bottled Waters),Consigliere di Amministrazione di Conai e Consigliere di Amministrazione di Corepla. E’ docente presso la Scuola di Specializzazione in Igiene per Alimenti presso il Dipartimento di Igiene dell’Università La Sapienza di Roma.

Mineracqua e le Organizzazioni Sindacali, preso atto della diffusione di informazioni ingannevoli per il cittadino consumatore circa le caratteristiche e le proprietà delle acque minerali che vengono impropriamente e strumentalmente paragonate con l’acqua potabile, hanno espresso la loro preoccupazione sui potenziali impatti negativi che questa disinformazione può determinare sul settore. Tanto più che queste informazioni distorte rischiano di indurre il consumatore a scelte discutibili sotto il profilo della salute e del benessere