Pinterest LinkedIn

Il mercato globale del vino vale 417,85 miliardi di dollari nel 2020, ma le stime per il futuro sono più che rosee secondo il rapporto Wine Market di Grand View Reserche, che prevede una crescita annuale del 6,4% dal 2021 al 2028 arrivando a un valore del giro d’affari di 685,99 miliardi di dollari.

Databank Database Case Vinicole Cantine Dati Excel xls csv tabella campi indirizzo email sito web

 

Un balzo in avanti dettato dalla crescente diffusione del vino in tutte le fasce d’età, dalle giovani generazioni alla popolazione più anziana in tutto il mondo, un fattore chiave per la crescita del mercato. La pandemia di COVID-19 ha interrotto il canale di distribuzione globale del vino a causa dell’ampia chiusura e delle restrizioni di hotel e ristoranti in tutto il mondo, con le conseguenze che hanno colpito circa il 77% degli hotel, con un fatturato in calo del 60% in tutto il settore, mentre i ristoranti hanno registrato un calo delle vendite del 91% entro la fine del 2020 in tutto il mondo.

CAMBIO DEI CONSUMI Il Covid ha improvvisamente cambiato il comportamento di acquisto dei consumatori, che si sono rivolti ai rivenditori di generi alimentari e ai portali online per acquistare il prodotto. Anche le vendite dirette al consumatore hanno beneficiato di questo cambiamento nel comportamento dei consumatori, così come il commercio specializzato di vini ha riportato un certo aumento delle vendite. Il vino è parte integrante delle culture europee e questa tendenza culturale sta guadagnando sempre più popolarità in varie altre parti del mondo, compresi i paesi asiatici, dove i giovani e la classe inseriscono il vino nella loro dieta, feste in casa e bevande occasionali, tendenze dei consumatori che alimenteranno la crescita del mercato nel periodo di previsione. Il crescente consumo di vino tra i consumatori ha agito come un importante motore per l’industria. Secondo uno studio promosso dalla European Association of Wine Economists e dal Chaire Vins et Spiritueux, nel maggio 2020 la frequenza del consumo di vino è aumentata significativamente durante la fase di confinamento conseguente all’epidemia di coronavirus in Spagna e il resto d’Europa.

POSIZIONAMENTO VINO Nel mercato è in atto secondo il rapporto un consolidamento sia nei ristoranti (on-premise) che nei supermercati (off-premise). I marchi più piccoli hanno difficoltà a ottenere un posizionamento sugli scaffali e sulle liste dei vini perché la sede centrale può scegliere alcuni marchi da utilizzare in tutte le loro sedi. I supermercati rappresentano una quota di mercato importante, il consolidamento di queste catene è rilevante per l’industria. Riguardo al vino da tavola ha detenuto la quota maggiore di oltre l’84,0% nel 2020 e si prevede che manterrà il suo vantaggio nel periodo di previsione. Prodotti poco costosi e facilmente accessibili attraverso la vendita al dettaglio, i vini da tavola trovano spesso la preferenza tra i nuovi consumatori del prodotto. Ma con il cambiamento degli stili di vita, c’è stato un cambiamento nel consumo di alcol, dai superalcolici alle bevande alcoliche leggere, come birra, vino e seltz, un trend importante. Si prevede che lo spumante registrerà il CAGR più veloce del 6,6% dal 2021 al 2028. L’aumento dell’interesse dei consumatori per le bevande spritz e la diffusione della cultura dell’aperitivo nella regione europea hanno guidato la domanda per il segmento. Negli Stati Uniti, marchi leader come La Marca Prosecco (E. & J. Gallo Winery), Mionetto, Zonin e Ruffino Prosecco (Constellation Brands) hanno registrato tassi di crescita nell’ordine del 10% – 15,4% tra il 2017 e il 2019.

CANALE OFF-TRADE Il segmento off-trade ha detenuto la quota maggiore dell’89,0% nel 2020. E comprende punti vendita al dettaglio, supermercati e ipermercati. Con la pandemia in corso, questo canale di distribuzione ha visto una crescita maggiore rispetto al canale on-trade. Il blocco ha spinto la domanda di vendite fuori commercio di vino. Secondo un rapporto di IWSR Drinks Market Analysis nel 2020, circa l’80% delle vendite di alcolici negli Stati Uniti è stato generato dal canale di distribuzione off-trade e il restante 20% dalle vendite on-trade. Si prevede che il segmento del canale di distribuzione on-trade registrerà il CAGR più veloce del 15,3% dal 2021 al 2028. Si prevede che la crescente cultura dei partiti tra la popolazione più giovane e della classe operaia in tutto il mondo aumenterà le vendite del prodotto attraverso un canale di vendita commerciale. Tuttavia, la pandemia di COVID-19 ha drasticamente influenzato la crescita di questo segmento a causa della chiusura di punti vendita, inclusi club, hotel, bar, ristoranti e caffetterie, insieme a un calo significativo del turismo internazionale causato dalle rigide misure di blocco in tutta il mondo.

EUROPA, ASIA E FUSIONI L’Europa ha detenuto la quota maggiore di oltre il 46,0% nel 2020,si tratta del mercato più affermato per il vino con diversi paesi come Portogallo, Italia e Francia che hanno il più alto consumo di vino pro capite all’anno. Uno dei più grandi mercati aggregati in Europa è la Francia con la sua popolazione numerosa e un elevato consumo di vino pro capite. Paesi come la Germania e il Regno Unito sono i maggiori importatori di vino, dove la sua produzione è molto inferiore al suo consumo. Si prevede che l’Asia del Pacifico registrerà il CAGR più veloce dell’8,2% dal 2021 al 2028, consolidando la posizione di terzo consumatore di vino in termini di volume, guidato principalmente da Cina, Giappone e Corea del Sud. La regione offre un potenziale significativo grazie alla sua ampia base di clienti, all’aumento del reddito disponibile e alle condizioni climatiche favorevoli per la coltivazione del vino, soprattutto in Cina. Il mercato è caratterizzato dalla presenza di pochi player affermati e diversi player di piccole e medie dimensioni. Fusioni, acquisizioni e consolidamenti sono avvenuti tra le cantine di tutto il mondo e saranno al centro della scena del mercato vinicolo dei prossimi anni.

INFO www.grandviewresearch.com

Tu cosa ne pensi? Scrivi un commento (0)

Luksusowa Vodka - When Life Gives You Potatoes - importata e distribuita da Pallini SpA

Resta sempre aggiornato! Iscriviti alla Newsletter


Scrivi un commento

4 × 3 =