Pinterest LinkedIn

© Riproduzione riservata

Il 9 aprile si festeggia il National Gin & Tonic Day, ma prima di alzare i bicchieri per brindare, giusto fare una piccola precisazione nell’affollata cerchia intorno a questo drink icona globale del beverage. La ricorrenza del G&T day di aprile è una celebrazione statunitense piuttosto che internazionale, anche se nulla osta di poter festeggiare fuori dagli Usa agli amanti del classicissimo per antonomasia, un drink tanto facile quanto apprezzato, un vero best seller. Quante volte ci siamo trovati in questi periodi di restrizioni a preparare a casa per noi, familiari e amici, un Gin Tonic rinfrescante?

Guida Guidaonline Bibite e Succhi Beverfood bevande analcoliche energy sport drink thè caffè freddi succhi nettari
GuidaOnline Bibite e Succhi Beverfood.com Bevande Analcoliche bibite mixology thè e caffè freddi energy sport drinks Succhi Nettari Bevande Frutta Funzionali Horeca Concentrati

 

Grande attenzione alla preparazione di tutti gli ingredienti, acqua tonica, ghiaccio e bicchiere giusto, ma partendo in primis dal rito della nostra scelta del Gin. Oggi concedeteci un focus sui migliori Gin Americani, protagonisti di quella craft revolution che ha visto nascere e rifiorire molte distillerie artigianali, prodotti che potete trovare anche nel nostro paese grazie a un grande lavoro di selezione, importazione e distribuzione di alcuni  operatori del settore. E se non ce l’avete a casa un Gin a stelle e strisce, magari andate nel vostro bar di fiducia e probabilmente non vi deluderà, oppure ricordatevene la prima volta di quando si potrà tornare al bancone, perché un Gin Tonic in certi luoghi ha un sapore ancor più speciale e non si sbaglia mai.

 

Gin N.209

“Registered Distillery N.209”, questa era la scritta che Leslie Rudd trovò in un vecchio fienile accanto alla cantina nella Napa Valley che aveva appena acquistato nel 1999. 209 era il numero di licenza che il governo federale aveva attribuito alla distilleria che William Sheffer fondò nel 1870 nei pressi della cantina. Da qui nasce l’idea di riportare in auge la vecchia distilleria. Così, dopo aver ordinato la costruzione di un alambicco in rame da mille litri, è iniziata la distillazione del gin, basato su una ricetta che è stata ritoccata per ben 87 volte prima di divenire definitiva. Diversamente dai gin London Dry che presentano una predominanza di ginepro, il Gin No.209 è più delicato e presenta note più accentuate di agrumi e spezie, aromatizzato con botanicals provenienti da tutto il mondo. Bergamotto, scorza di limone, baccelli di cardamomo, corteccia di cassia, radice di angelica e semi di coriandolo sono alcuni degli ingredienti che rendono il gin di San Francisco così unico e apprezzato in tutto il mondo. Selezionato e importato da Compagnia dei Caraibi.

 

Brooklyn Gin

La Brooklyn Distilling Company è stata fondata nel 1895, con lo scopo di produrre alcolici a partire dalle melasse e dagli scarti delle industrie di zucchero, ma è stata chiusa nei primi del Novecento. Ciò nonostante, la compagnia è stata riaperta da poco con la produzione del Brooklyn Gin – il primo prodotto dell’azienda negli ultimi 100 anni. Brooklyn Gin è prodotto artigianalmente in un piccolo lotto per volta, dai co-fondatori e distillatori Joe Santos ed Emil Jattne, che utilizzano solo metodi artigianali e tradizionali di produzione, da sempre sinonimo di elevata qualità. Il processo produttivo si caratterizza per la selezione e la preparazione del miglior grano locale e dei migliori ingredienti naturali, provenienti da tutto il mondo, che vengono accuratamente lavorati a mano per rilasciare la vera essenza e la complessità delle materie prime. Il significato di questo prodotto è, come per il famoso quartiere, essere il principale collante della crème de la crème del mondo. Nel catalogo di Onestigroup.

 

Junìpero Gin

Junipero Gin è anche il primo gin artigianale distillato in America dopo il proibizionismo. Junìpero Gin è prodotto dall’Anchor Distilling a San Francisco, azienda produttrice della famosa birra “Anchor Beer” dal 1896. E’ però, soltanto nel 1993 con l’acquisto del marchio da parte di Fritz Maytag che l’azienda produrrà per la prima volta il gin, diventando così l’unica produttrice di birra al mondo ad avere anche un distillatore al suo interno. E’ prodotto secondo un processo di lavorazione artigianale e distillato in piccoli alambicchi di rame. Il sapore e l’aroma dominante sono dati principalmente dal ginepro, lavorato secondo la tradizionale ricetta del ” London dry gin”. Il segreto di questa ricetta è dato dalla combinazione di dodici botaniche per cui ci sono voluti più di 10 anni per elaborarla. Una esclusiva di Pallini per il mercato italiano, di recente è stato effettuato un restyling del packaging con nuove bottiglie più accattivanti.

 

Aviation Gin

Fondata nel 2004 in Oregon, la House Spirits Distillery è una delle più importanti distillerie artigianali in America e si trova a Portland. I prodotti pluri-premiati, sono ispirati dalla passione per la qualità e da bravissimi bartender. L’Aviation American Gin è senza dubbio il prodotto più famoso della distilleria, nato nell’estate del 2005 in un party a Seattle. Il barista Ryan Magarian ricevette una complessa infusione botanica da un amico di Portland, trovandola diversa e sicuramente interessante, si mise a cercare il produttore. L’interesse comune per i liquori, i cocktail e gli abbinamenti con il cibo, videro House Spirits e Ryan al lavoro per la creazione di uno stile di gin regionale e un po’ eretico. Nel giugno del 2006 dopo vari esperimenti è nato Aviation Gin, una delle prime collaborazioni tra distillatori e baristi nella storia americana. Nel 2020 Diageo ha annunciato di aver raggiunto l’intesa per l’acquisizione monstre da 610 milioni di dollari per Aviation Gin e Davos Brands, nel frattempo il prodotto lo trovate nel catalogo di Rinaldi 1957, almeno fino al 2022.

 

Gin Koval

Koval Distillery inizia a produrre nel 2008 ed è la prima distilleria artigianale costruita a Chicago dai tempi del Proibizionismo. I fondatori di Koval Distillery, Robert e Sonat Birnecker, hanno abbandonato le loro carriere accademiche per proseguire la tradizione di distillatore del nonno di Robert, austriaco. Robert Birnecker è uno tra i più esperti distillatori americani, grazie alle proprie competenze ha contribuito alla fondazione di quasi 200 distillerie nel mondo. La sua capacità e creatività hanno permesso a Koval di raccogliere oltre 100 premi internazionali e riconoscimento. Un tocco di personalità nel packaging, fa emergere rispetto agli altri i Gin di Koval, con le sue etichette stampate con tecnologia laser in rilievo, fustellate e poi completate con delicati cerchi e disegni in lamina dorata. Le alte aspettative anticipate dal bel colpo d’occhio sono mantenute dalla qualità intrinseca dei Gin naturali di Koval, tutti i prodotti sono biologici certificati e “kosher”, puro secondo la legge ebraica.  Sul territorio con la distribuzione di Pellegrini.

Gin Golden Moon

La Golden Moon Distillery è stata fondata da Stephen Gould e Karen Knight nella primavera del 2008 con l’idea di produrre una linea Premium artigianale di spiriti e liquori utilizzando solo le migliori erbe, spezie e “botanicals” disponibili sul mercato ma solo attraverso un processo produttivo antico usato fin dalla metà del’800. Il cuore della distilleria è una biblioteca tematica con centinaia di libri rari, alcuni dei quali dei primi del 1500, relativi ai processi di distillazione ed alla selezione delle erbe dal cui studio approfondito nascono le ricette attuali degli spiriti di questa distilleria che si conferma, pur nella giovane età, tra le migliori del Colorado e degli Stati Uniti d’America. La ricerca di materie prime di grande qualità, l’utilizzo di prodotti locali quasi fosse un km 0 degli Spiriti e la produzione di piccoli stock (un esempio sono le sole 600 bottiglie prodotte ogni anno di Gin Reserve) completano il grande lavoro di Stephen e del suo team. Un distillatore di eccezione che con tenacia si sta imponendo come un’icona dei distillatori statunitensi. Una chicca di Cuzziol che si dimostra esperto non solo in grandi vini ma anche in distillati di qualità.

 

Perry’s Tot Navy Strength Gin

La New York Distilling Company è stata creata da Tom Potter e Allen Katz che hanno simbolicamente deciso di inaugurarla il 5 dicembre 2011, anniversario della revoca del Proibizionismo avvenuta nel 1933. La distilleria è a Williamsburg – Brooklyn, dove si distillava già nel 1700. La NYDC produce distillati di grandissimo livello dedicandoli a personaggi ‘Icona’ della storia della vita della Grande Mela. Il Perry’s Tot Navy Strength Gin, che viene imbottigliato alla gradazione originale Navy Strength di 57°. I marinai dovevano ricevere un ‘Tot’ di gin ad una gradazione minima sufficiente ad incendiare un pugno di polvere da sparo bagnato con esso, se a causa di una falla in una botte, il distillato avesse bagnato della polvere da sparo poteva garantirne lo stesso l’infiammabilità. Il Gin celebra Mattew Calbraight Perry, comandante della Brooklyn Navy Yard dal 1841 al 1843.Le botaniche utilizzate sono tradizionali come ginepro, cannella, cardamomo, anice stellato, scorze di agrumi insieme a miele millefiori, aggiunta conferisce al gin note floreali. Il ginepro emerge con la potenza dell’alto grado accompagnato da sentori caldi di spezie e agrumi. Al palato risulta più delicato e citrico. Una referenza del catalogo di Fine Spirits.

 

© Riproduzione riservata

Tu cosa ne pensi? Scrivi un commento (0)

Resta sempre aggiornato! Iscriviti alla Newsletter

Scrivi un commento

sei + venti =