Pinterest LinkedIn

Comunque vada sarà un successo. Potrebbe essere questo il leit-motive della primissima edizione di MIxology Experience, che riunirà a Milano dall’8 al 10 maggio il gotha della miscelazione italiana e non. Un’edizione quanto mai attesa, almeno da due anni da quando il Covid aveva bloccato tutta la manifestazione che avrebbe dovuto svolgersi nel maggio del 2020. Due anni in cui è successo di tutto e di più, gli organizzatori di Bartender.it non si sono mai persi d’animo e sono arrivati oggi a mettere in scena un evento di grande livello nonostante le incertezze legate al post pandemia, al conflitto, con le conseguenze sui prezzi e un’inflazione che sta iniziando a pesare sul costo delle materie prime.

Ormai manca poco, stiamo sistemando gli ultimi dettagli per mettere in scena una manifestazione di livello internazionale- spiega Luca Pirola di Bartender.it- Il mio pensiero va alle aziende che ci hanno creduto e seguito nell’organizzazione, è stato costruito tutto negli ultimi mesi con un lavoro basato sulla fiducia grazie al lavoro fatto in questi anni dove abbiamo fatto crescere la mixology in Italia, in questo momento di grande incertezza non era affatto scontato. Un altro ringraziamento anticipato va anche al mondo dei locali, da Milano dove andremo in scena con la MIxology Week e a tutti i professionisti dei locali italiani che hanno già prenotato il loro biglietto”.

Ma andiamo a svelare alcune chicche di un programma davvero stellare, sembra impossibile ma il gruppo formato da Luca Pirola, Ago Perrone, Dario Comini e Dom Costa ancora una volta è riuscito a sorprendere. Dopo più di dieci anni dove a Milano hanno fatto arrivare il meglio del bartending internazionale, in questa tre giorni di MIxology Experience si attendono i fuochi d’artificio con una serie di appuntamenti che in questi giorni vengono spoilerati passo dopo passo sui social della kermesse. Una tre giorni di esperienza degustativa, sul palco attesi protagonisti dall’Italia e da tutto il mondo. Partendo da nomi importanti come Bruno Vanzan che insieme ad Adriano Costigliola domenica 8 maggio andranno alla scoperta dei segreti dell’agave.

Sulla manifestazione soffia forte un vento dell’est, un incontro con l’Asia a cominciare dalle parole e dalle mani esperte di Rusy Cerven, Barmanager del Manhattan Bar di Singapore, con la presentazione del concept e della filosofia del locale. Interessante l’appuntamento di domenica 8 maggio quando sul Main Stage di MIxology Experience ci sarà Francesco Aquila, vincitore della decima edizione di Masterchef e un personaggio emergente del mondo del food in Italia che si interrogherà sul futuro del settore e della situazione del lavoro che interessa molti professionisti del food&beverage. Una masterclass a quattro mani tutta Tiki con un maestro come Gianni Zottola insieme al bar-expert Samuele Ambrosi, fra aneddoti, storia e curiosità della miscelazione esotica.

Lunedì 9 maggio giornata densa con tanti appuntamenti di rilievo, con dei pezzi da novanta della scena internazionale a cominciare da Anthony Poncier, co-fondatore di Le Cocktail Connoiseur e della prima classifica digitale dei più influenti cocktail bar al mondo, top 500 bars. Ospiti di livello come Mario La Pietra direttamente dal The St.Regis di Hong Kong, per parlare di innovazione e di qualità della città stato più famosa al mondo, o come Jeff Bell, del PDT Please Don’t Tell di New York per parlare di rafforzamento del brand tra servizio, ospitalità e collaborazioni. Al centro argomenti come la comunicazione con una masterclass a quattro mani con Emanuele Principi Bruni e Simone Francini, per parlare di social media, di community e format multimediali e di eventi che interessano la bar community italiana. Sempre lunedì si parlerà di Gin Tonic, una tendenza di mercato con uno sguardo al futuro con Franceso Pirineo Brand Manager Compagnia dei Caraibi e di Filippo Sisti, Bartender tra i massimi esponenti della sperimentazione con il suo Talea Cocktail Bar. Immancabile la presenza sul palco del padrone di casa Dario Comini titolare del Nottingham Forest di Milano, istituzione del bartending nazionale e tra i massimi esperti al mondo nell’utilizzo della tecnica molecolare nei cocktail. Lunedì sarà anche la prima uscita di Ago Perrone e di Giorgio Bargiani insieme a tutto lo staff mixology al completo del Connaught di Londra, uno dei locali pluripremiato al mondo capace di imporsi per due anni di fila nella classifica 50 Best Bar’s.

Al ritmo di “in the mix” in un attimo si arriverà a martedì 10 maggio, per una tre giorni di miscelazione sensazionale. Ancora ospiti internazionali al top con Nikos Bakoulis direttamente da Atene per conoscere The Method of Anarchy, un affascinante metodo di fermentazione definito il più antico per la sopravvivenza dell’uomo e del pianeta. Sostenibilità e miscelazione circolare, temi sempre più presenti nel mondo del bar che verranno affrontati da Giovanni Ceccarelli, Cocktail Engineering e docente della scuola Drink Factory. Sempre martedì nell’area coffee mixology Marco Poidomani accenderà l’attenzione sul caffè, con usi insoliti e originali per scoprire la versatilità di questa bevanda anche in miscelazione. Da non perdere anche l’appuntamento con Daniele Gentili, un esponente di riferimento della mixology in Italia con un ricco bagaglio di esperienze anche all’estero che lo hanno portato a tanti successi. Manca davvero poco a questa tre giorni, la nuova sede dei Superstudio Maxi di Viale Famagosta è pronta a ospitare un evento imperdibile.

INFO Home | Mixology Experience

Tu cosa ne pensi? Scrivi un commento (0)

Joybrau - Birra Analcolica Proteica per gli sportivi - 7g e 15g proteine + 3g BCAA

Scrivi un commento

cinque × cinque =