Tag

marketing sociale e solidale

Browsing

Da quando Julius Meinl ha aperto la sua prima torrefazione nel cuore di Vienna, oltre 150 anni fa, continua a tramandare di generazione in generazione il proprio know-how e la propria passione, riconoscendo la grande importanza delle origini del caffè: ogni singolo lotto, ogni singolo chicco è infatti il frutto di un’attenta e precisa selezione volta a dare vita a miscele perfette.

Nove punti per un unico impegno: creare condizioni più eque per favorire la diversity e far crescere all’interno dell’azienda i talenti femminili, partendo proprio dai vertici manageriali. È l’impegno sottoscritto da Mars Italia con la firma del Manifesto per l’occupazione femminile promosso da Valore D, la prima associazione di grandi imprese creata in Italia nel 2009 per sostenere la leadership femminile in azienda e contribuire alla crescita delle aziende e del Paese.

Al via una nuova collaborazione tra l’azienda produttrice di caffè Saicaf di Bari e il brand “Made in Carcere”, brand della cooperativa sociale Officina Creativa. Vestiranno divise realizzate in carcere. La nuova linea di prodotti di abbigliamento è destinata a vestire baristi e caffettieri, interamente targata Made in Carcere, e Saicaf, nota azienda produttrice di caffè in Puglia.

Il Gruppo Cevico e la Comunità di San Patrignano stringono un’importante alleanza con l’obiettivo qualificare e promuovere i vini del territorio riminese e, contestualmente, aiutare i ragazzi della Comunità a reinserirsi professionalmente. Le due realtà hanno sottoscritto un accordo nel quale si impegnano a mettere in rete risorse, relazioni e competenze con l’obiettivo di esprimere le potenzialità di una zona che può sfruttare la sinergia tra turismo e qualità della produzione di vino.

Oggi, 18 dicembre, Cellina von Mannstein della Spezialbier-Brauerei FORST, ha consegnato a Heiner Feuer, Presidente dell’iniziativa “l’Alto Adige aiuta”, la somma di 5.330,00 euro. Questa somma è il ricavato del giorno 13 dicembre, incasso interamente a favore di questa benemerita Associazione. Accanto a questa iniziativa, FORST donerà un ulteriore contributo all’operato in campo sociale di “l‘Alto Adige aiuta” offrendo anche tutto il ricavato dell’asta di beneficenza che si terrà il 21 dicembre a partire dalle ore 18.00 sempre nella Foresta natalizia.

Presentato oggi nella suggestiva cornice del Mu.Cri, il Museo Criminologico di Roma, il progetto “Frescobaldi per Gorgona” alla presenza del Ministro della Giustizia Anna Maria Cancellieri. L’iniziativa è finanziata dalla Cassa Ammende del Dipartimento dell’Amministrazione Penitenziaria e realizzata grazie alla collaborazione tra la Direzione della casa di reclusione di Gorgona e Marchesi de’ Frescobaldi, azienda di vini toscana con oltre 700 anni di storia. L’iniziativa sociale – nata ad agosto 2012 – mira a dare ai detenuti la possibilità di imparare il mestiere del viticoltore e di fare un’esperienza professionale concreta sul campo – sotto la supervisione degli agronomi e degli enologi dell’azienda. Frescobaldi ha infatti preso un ettaro di vigna presente sull’isola dal 1999 e, nei prossimi mesi, ne reimpianterà un altro: la base per permettere ai detenuti di apprendere le nozioni dell’enologia e potersi reinserire nella realtà lavorativa con più facilità.

Un milione di retroetichette che ritraggono il Duomo di Milano e due milioni con quattro diversi primi piani sulle guglie della seconda chiesa più alta del mondo, che per i prossimi 3 mesi circoleranno nei vari formati delle bottiglie dell’Acqua Bracca. E’ il modo scelto dal Gruppo Bracca, azienda bergamasca leader nella produzione di acque minerali, per rendere omaggio a uno dei simboli del nostro Paese, il Duomo di Milano, e sostenere il progetto “Adotta una guglia”. L’iniziativa è promossa dalla Veneranda Fabbrica del Duomo di Milano per raccogliere le risorse necessarie a completare gli interventi di restauro delle 135 guglie del Duomo di Milano, tra i suoi elementi architettonici più fragili, che richiedono costanti cure e complessi interventi per essere in sicurezza e continuare a rendere unico il monumento simbolo della città di Milano.