Pinterest LinkedIn

© Riproduzione riservata

Il segmento RTD (Ready to Drink), comprendente gli hard seltzer, sarà più grande a volume del settore vino negli USA entro la fine del 2021, secondo le previsioni di IWSR. La categoria ha registrato l’anno scorso il più grande aumento del consumo negli Stati Uniti.

Bud Light seltzer
Bud Light Seltzer lanciato da AB InBev a novembre 2019

Gli RTD sono aumentati del 62,3% a volume nel 2020, guidati dagli hard seltzer che sono saliti del 130%. Gli hard seltzer rappresentano il 56,7% del totale della categoria RTD negli Stati Uniti, seguiti dalle bevande alcoliche aromatizzate (FAB – flavoured alcoholic beverages), che hanno una quota del 25,9%, e dai cocktail RTD (6,9%).

Gli analisti di IWSR si aspettano che gli RTD raggiungano il 22% di quota a volume sul totale delle bevande alcoliche negli Stati Uniti entro il 2025, rispetto al 9,6% attuale.

CATH Linea completa
Cocktail RTD – CATH

Sebbene la sottocategoria cocktail/long drink RTD sia ancora relativamente piccola per volume, il segmento è cresciuto del 52,7% nel 2020, con una crescita dei cocktail in lattina stimolata dalle chiusure dei locali e dal “take away”, oltre che da un maggior consumo a casa e all’aperto, ha evidenziato Brandy Rand, chief operating officer di IWSR per le Americhe.

Loyal 9 di cocktails RTD in lattina
Loyal 9 di cocktails RTD in lattina acquisiti da Diageo ad Aprile 2021

Il volume totale di alcolici è cresciuto del 2% negli Stati Uniti nel 2021, segnando la più grande crescita del mercato dal 2002. IWSR prevede una crescita del 3,8% a volume e del 5,5% a valore del mercato alcolici USA  nel 2021.

Con il ritorno alla normalità IWSR prevede una crescita moderata per i prossimi 5 anni con un aumento dello 0,5% a volume e un aumento del 2,8% del tasso composto di crescita annuale (CAGR) a valore tra il 2020 e il 2025.

Rand ha detto che il fattore chiave per la crescita del segmento alcolici negli Stati Uniti è il sapore.

Gli agavi superano il rum

Inoltre, gli Stati Uniti hanno registrato il più grande aumento di volume per gli spirits (+4,6%) dal 1990, con una crescita del valore del 7,7%.

Secondo IWSR, gli spirits di agave (tequila e mezcal) hanno superato il rum come terza categoria di superalcolici negli USA. I distillati d’agave sono aumentati del 15,9% a volume l’anno scorso negli Stati Uniti e sono ora preceduti solo dalla vodka e dal whisky.

IWSR ha anche notato una forte crescita per Cognac e Armagnac, che insieme hanno registrato un aumento a volume del 20,1%. IWSR prevede che entrambe le categorie continueranno a crescere nei prossimi cinque anni.

La crescita del whisky sta superando la vodka e IWSR prevede il sorpasso di consumo a volume entro il 2022.

I volumi totali di whisky sono cresciuti del 4,9% negli Stati Uniti nel 2020, guidati dagli imbottigliamenti giapponesi, indiani e statunitensi.

Tuttavia, la tariffa statunitense del 25% sullo Scotch single malt ha causato un calo di volume della categoria del 6,1% lo scorso anno, mentre le chiusure on-trade dovute alla pandemia hanno visto il whisky irlandese calare dello 0,5%. IWSR ha rilevato che questa è stata la prima volta che le due sottocategorie hanno registrato cali di volume negli USA.

Per i distillati analcolici è previsto un aumento del 31,4% entro la fine del 2021.

Fonte: www.thespiritsbusiness.com/2021/06/rtds-to-become-second-biggest-alcohol-category-in-us/

 

© Riproduzione riservata

Tu cosa ne pensi? Scrivi un commento (0)

Banchedati excel csv contatti email aziende beverage e food

Resta sempre aggiornato! Iscriviti alla Newsletter


Scrivi un commento

dodici − 6 =