Tag

vini Toscana

Browsing

“C’era una volta un Re…”. L’inizio delle favole ha spesso quest’incipit, parole che scaldano il cuore e che fanno subito tornare un po’ bambini nello spirito. Il Re protagonista della nostra storia si chiamava Berardo, figlio di Wiginisio, ed era membro della famiglia Berardenga. Verso il settimo secolo, questo giovane Lord fu mandato dalla natia Francia a presiedere i possedimenti del padre nelle recentemente acquisite terre di Toscana, regione della quale senza dubbio si innamorò e dove visse buona parte della sua vita, dando seguito ad una discendenza nobiliare che per secoli è rimasta a presidiare su queste dolci colline. Non è un caso che a tutt’oggi alcune località del Senese riportano il nome della Berardenga nel proprio toponimo: Castelnuovo Berardenga, Montalto Berardenga, Monte Luco della Berardenga…

A Vinitaly 2018 siamo stati a fare un salto nel Chianti, all’interno del padiglione Toscana. Tra le cantine presenti siamo stati a conoscere meglio Casalbosco, azienda situata a Pistoia in una delle nuove frontiere della denominazione Chianti. Eleonora Ciardi ci presenta tutta la gamma dei vini e la filosofia di Casalbosco: riscoprire i processi antichi e rivederli in chiave moderna, valorizzando il territorio.

Comunicare e far conoscere il prodotto attraverso una comunicazione innovativa pur mantenendo gli insegnamenti e i trucchi dell’antico mestiere. Questa è la nuova campagna di comunicazione 2018 dell’azienda Le Torri, ideata da Beatrice Mozzi con la collaborazione del grafico Alberto Sardelli.

Il Borro, azienda vitivinicola di proprietà di Ferruccio Ferragamo nel bacino del Val d’Arno Superiore, fortemente vocata al rispetto dell’ambiente e dell’ecosistema e biologica dal 2015, partecipa ad “Anteprime di Toscana”, edizione 2018, l’evento in cui il vino della regione si racconta e presenta le nuove annate a giornalisti ed operatori di settore provenienti da tutto il mondo.

Ottime le valutazioni per i vini del Montecucco DOC e DOCG secondo le migliori Guide ai Vini 2018 italiane. Immancabili i riconoscimenti da parte del Gambero Rosso, che inserisce in guida ben sette aziende della Denominazione – di cui sei associate: Assolati, Basile, Collemassari (che ottiene i Tre Bicchieri con il suo Montecucco Sangiovese Riserva 2013 Poggio Lombrone), Parmoleto, Perazzeta, Pianirossi e, infine, Amantis.

“Le Serre Nuove dell’Ornellaia 2015 rappresenta l’espressione perfetta di un anno di crescita eccezionale delle nostre uve, con una rara combinazione di maturità ed equilibrio perfetto” – queste le parole di Axel Heinz, Direttore e winemaker di ORNELLAIA, che aggiunge – “Il colore è intenso e giovane, all’olfatto si presenta con un fruttato intenso e maturo, sottolineato da note finemente speziate e tostate.

Castello di Meleto

è un gioiello nel cuore della Toscana. Sono tanti i punti di interesse di questa realtà che nasce negli anni’60 grazie a un’intuizione di un editore illuminato. Venne creato un fondo di investimento aperto per far partecipare anche persone comuni a un’esperienza nel mondo del vino. Un business model unico oggi come allora, spiegato alle telecamere di Beverfood.com dal Direttore Amministrativo Francesco Montalbano, che ci illustra anche la gamma di prodotti con gli uvaggi tipici toscani.

Si è alzato il sipario domenica 2 aprile sulla BIT, la Borsa Internazionale del Turismo. Tre lettere con un unico denominatore, il viaggio, grande protagonista sino al 4 aprile nella sede storica di Fieramilanocity. Un calendario a stretto contatto con un altro evento di richiamo come il Salone del Mobile, nel cuore della capitale economica d’Italia. Da turisti a viaggiatori: questa la trasformazione del travel in atto.

Il Gruppo Epi, di proprietà della famiglia Descours (già proprietaria di marchi di alta gamma del mondo del vino, come gli champagne Piper-Heidsieck, Charles Heidsieck e Chateau La Verriere a Bordeaux), ha annunciato di aver siglato una “partnership di strategie e capitali con Biondi Santi, una delle più prestigiose cantine italiane, la tenuta del Greppo”.
(Cristopher Descours nella foto a lato)