Tag

Degustazione

Browsing

Tre Chicchi e le Tre Tazzine, simbolo di eccellenza del bar italiano, festeggiano nel 2023 venti anni di attività nella ventitreesima edizione della guida. Bar d’Italia del Gambero Rosso, infatti, è nata nel 2000, con la storica partnership di illycaffè, ma le valutazioni in Chicchi e in Tazzine sono state introdotte solo tre anni dopo, per indicare quelle insegne che si distinguevano sia nell’offerta di caffetteria (i Chicchi) che nella proposta gastronomica, dolce e salata, e di beverage (le Tazzine). Vent’anni nei quali il bar, istituzione italiana, ha subito mutazioni profonde, di forma e di sostanza. Se nei primi anni Duemila si puntava a stupire con “effetti speciali” (design, mix di arte e spettacolo), col passare del tempo l’arma vincente è tornata a essere la qualità dell’offerta, con un’attenzione sempre maggiore alla selezione delle materie prime. A cominciare dal caffè, che si è ripreso prepotentemente la scena, con l’avvento degli specialty coffee, le varianti sulle estrazioni, la tracciabilità di monorigine e miscele.

Materia prima globale che incontra la tecnica dei maestri cioccolatieri artigiani al Sigep – The Dolce World Expo. Il cacao è uno dei protagonisti della manifestazione di Italian Exhibition Group, alla Fiera di Rimini dal 12 al 16 marzo prossimi. Dove si darà spazio a degustazioni in sicurezza, filiere etiche, storia e conoscenza del prodotto, e poi il valore del marchio IGP per Modica, la tostatura e la lavorazione del prodotto, le voci dei maestri e la rappresentanza di genere femminile nella filiera.

L’ultimo anno non è certamente stato il più favorevole per il turismo, ma con l’avanzare della bella stagione si schiudono piano piano nuovi scenari, come fiori a primavera. Dopo un lungo periodo di torpore domestico, dovuto alle restrizioni Covid-19, ci si prepara a vivere una fase di maggiore libertà, durante la quale prenderanno forma quei trend che in embrione hanno già cominciato a configurarsi nei mesi passati.

Una bollicina tira l’altra. Ecco perché la prima edizione dell’evento Di Bolla in Bolla si appresta senza dubbio spumeggiante. Format nuovo, che punta a far conoscere meglio l’affascinante mondo degli spumanti e champagne, o bolle che dir si voglia, di qualità. Come location è stato scelto il Castello Visconteo Sforzesco di Novara, che ospiterà la prima edizione in programma sabato 4 e domenica 5 Maggio 2019, orario dalle 10,30 alle 19,30. Una kermesse che si rivolge ad appassionati, sommelier, giornalisti e operatori di settore, nei banchi di assaggio una batteria di 195 etichette in degustazione, per un totale di 91 aziende espositrici.

Sensazione tattile. Quante volte durante una degustazione di vino avete sentito dire una frase di questo tipo? Ma c’è chi è andato oltre alle semplici sensazioni, il Bureau du Champagne a Milano durante la terza tappa del percorso sensoriale. Il tatto al centro della degustazione con un insolito abbinamento, all’interno di un laboratorio di moda, la Ferrari Fashion School. Il mondo dei tessuti e della moda si è trasformato nella location ideale per far esprimere in maniera diretta le sensazioni tattili. La guida di Chiara Giovoni, formatrice e Ambasciatrice italiana dello Champagne 2012, insieme alla direttrice della Fashion School Silvia Ferrari, presente anche Thibaut Le Mailloux, Direttore Comunicazione del Comité Champagne.

Una carrellata di novità, tra lotti inediti, degustazioni, incontri a tema, ma anche un logo nuovo di zecca, tra gli appuntamenti in scaletta della Sandalj Trading Company (hall 27 – stand 2) in questa nona edizione di TriesteEspresso Expo, la fiera internazionale biennale sulla filiera del caffè espresso rivolta agli operatori del settore.

La Valpantena è una valle laterale della Valpolicella, appena usciti da Verona si apre un mondo, paesaggi vitati salendo verso i monti Lessini. Nell’era della geo-localizzazione Valpantena da ormai 60 anni è diventata sinonimo di vino di qualità, grazie all’azione della Cantina Valpantena che porta avanti il nome e un legame molto forte con il territorio. “Vendiamo il nostro territorio, la nostra è una responsabilità sociale importante- spiega Luigi Turco, Presidente della Cantina Valpantena dal 2009 – sicuramente tra gli obiettivi c’è la massimizzazione delle rendite ai soci, ma ci piace sostenere qualsiasi tipo di iniziativa che si sviluppa nel territorio, di carattere sociale, sportiva e culturale”.