Tag

Chimay

Browsing

Per Bières de Chimay il 2021 si preannuncia un anno ricco di importanti novità.

La prima novità è sicuramente legata al lancio del nuovissimo sito web (www.chimay.com). Il primo passo di un progetto più ampio che comprende un piano complessivo di attività strategiche di comunicazione digitale, che si svilupperà nel corso dell’anno.

Gli abbinamenti della tradizione sono sempre tra i più riusciti, anche quando mettono insieme mondi all’apparenza lontani. Pensi al Belgio e nell’immaginario collettivo la mente va subito alla doppia B: Birra e Bicicletta. Un grande classico, riguardo alle due ruote il paese storicamente ha una grandissima tradizione nelle competizioni ciclistiche professionistiche e non solo. Alcune delle grandi classiche monumento si disputano in Belgio normalmente in primavera, ma questa stagione il calendario World Tour è stato stravolto dagli effetti del Coronavirs che ha posticipato in autunno alcune delle gare di un giorno più famose.

Beer&Food Attraction 2020 si è rivelata un’ulteriore edizione di successo per il mondo brassicolo italiano e non solo. Dalle singole proposte ai forum, fino alla competizione per il “Birrificio dell’Anno”: ogni componente è stato sinonimo di passione e dedizione per la birra. Brewrise ha messo in mostra l’intera corazzata, confermandosi come player di rilievo assoluto, spaziando dall’Europa agli Stati Uniti sulla linea comune dell’eccellenza.

Dal 22 ottobre al 30 novembre 2018 parte il progetto “Dona una speranza, scegli Chimay!” promosso da Brewrise Srl. In occasione del 40° anniversario delle birre trappiste Chimay in Italia, infatti, la società padovana, Brewrise importatore esclusivo per l’Italia, intende sostenere un progetto di cuore, coerentemente con l’etica e i valori cardine della comunità monastica.

È solo al terzo anno, ma si è già affermata come uno dei momenti più importanti per l’Italia brassicola. Parliamo della Milano Beer Week, che si appresta a prendere il via da lunedì 12 settembre nel capoluogo lombardo. Una settimana ricca di appuntamenti dedicati alla scoperta e valorizzazione di perle tra cui Chimay, St. Bernardus e Thomas Hardy’s Ale…

Cin-cin, Cheers, Prosit, Santé… Tante lingue per un unico gesto lieto e festoso, il brindisi. A cambiare, e a fare la differenza, è invece il contenuto del bicchiere… Soprattutto nelle occasioni importanti, quando ci si stringe intorno ad un tavolo imbandito insieme agli affetti e agli amici più cari. Pensando proprio alle feste natalizie, vi presentiamo allora qualche birra speciale che lascerà a bocca aperta, ma non asciutta, i vostri commensali. Ancor meglio se nella maestosa versione magnum.

Visto il grande successo del progetto nato nel 2013, Chimay ed Interbrau celebrano il primo anno di vita del Club Chimay Dorée. Lo storico birrificio Trappista belga ed il distributore italiano hanno premiato i gestori italiani dei locali appartenenti al Club in un esclusivo evento a Venezia.Chimay Dorèe è una birra che vanta una storia davvero particolare. Prodotta dall’Abbazia Trappista di Notre-Dame de Scourmont esclusivamente ad uso interno, è rimasta confinata tra le mura del monastero fino al 2013, quando è maturata la scelta di renderla disponibile al pubblico, in bottiglia da 33 cl.

La crisi delle vocazioni è inarrestabile e sono sempre meno le persone disposte a dedicare la propria vita alla cura delle anime. Ma tra la comunità religiosa belga la carenza di monaci procura anche altri problemi. Le abbazie che producono le celebri birre trappiste hanno lanciato un appello affinché i giovani si avvicinino alla religione per perpetrare una tradizione lunga secoli e che rischia di scomparire In Belgio esistono 6 birre trappiste (Westmalle, Chimay, Orval, Achel, Westvleteren e la Rochefort), tutte prodotte da monaci che negli ultimi 10 anni hanno visto incrementare in maniera esponenziale la domanda di bevande alcoliche, soprattutto dall’estero. Allo stesso tempo, però, il numero dei religiosi che lavorano alla produzione della birra è sensibilmente diminuito.

Il 2012 è un anno davvero speciale per Chimay: sono passati infatti ben 150 anni da quando i monaci trappisti hanno iniziato a produrre la loro birra. È giunto il momento di brindare con la “Spéciale Cent Cinquante”, una birra in edizione limitatissima distribuita da Interbrau. L’Abbazia di Chimay è stata costruita intorno al 1850 da un piccolo gruppo di monaci benedettini, che nel 1862 iniziarono a produrre birra per sostentarsi e per fornire lavoro alla zona circostante. Seguendo la tradizione monastica di produzione della birra in maniera assolutamente naturale e all’interno delle mura del convento, utilizzando la sorgente di acqua pura che scorre proprio sotto all’Abbazia, iniziarono a produrre la “Première”, una delle birre più longeve tanto da essere ancor oggi uno dei prodotti di punta del Birrificio belga. Si tratta di una birra conosciuta come Chimay Rossa, di 7% vol. alc., dal colore ramato, che presenta aromi di albicocca e un gusto perfettamente bilanciato.