Pinterest LinkedIn

© Riproduzione riservata

Nuovo appuntamento con Beverfood.com Channel: oggi ospite Michele Cason, Presidente uscente di Assobirra. Panoramica sulla situazione post Covid, sulle riprese dopo le riaperture e sul momento dei consumi degli italiani, che Assobirra ha descritto nel suo ultimo report.

La sportellata inferta dalla pandemia è innegabile: “Il calo è stato importante, non possiamo certo far finta di non vederlo. L’Ho.Re.Ca. ha subito un colpo durissimo, e le chiusure hanno comportato perdite per milioni di litri. L’unico spiraglio si è visto con il canale moderno, che ha invece visto un incremento interessante”. La zona bianca e l’estate portano speranza, ma non basta certo da sola: “Sono necessari incentivi, su un doppio fronte: per i produttori, perché possano riprendere a ritmi sostenuti e ripartire; e per le attività ricettive, che devono poter respirare e trovare agio in sgravi fiscali”.

Cercando, a fatica, di dimenticare per un attimo il COVID-19, il momento storico per la birra in Italia è senz’altro positivo in ogni caso: “Giovani e donne sono le due categorie in maggiore crescita, guidate da una ormai galoppante impennata della consapevolezza e dell’educazione al prodotto. La birra si è nel tempo spostata da bevanda da pasto a momento di convivialità, una bevuta di cui godere in compagnia come esperienza a tutto tondo”.

Focus anche sulla filiera italiana, che parte ovviamente dalla produzione di malto: “Abbiamo una marginalità importantissima, al momento importiamo grandi quantità di materia prima, ma il nostro terroir e la nostra passione potranno portarci tra i primi produttori in tempi brevi”. Per il resto dell’intervista, non vi resta che guardare il nostro Beverfood.com Channel.

© Riproduzione riservata

Tu cosa ne pensi? Scrivi un commento (0)

No.3 London Dry Gin - nuova bottiglia - The Art of Perfection - esclusiva di Pallini

Resta sempre aggiornato! Iscriviti alla Newsletter


Annuario Birra Birritalia beverfood

Scrivi un commento

due × 1 =